1) In che modo il Kit.Brunello.System può aiutare nel processo di trasmissione?
In che modo aiuta ad accrescere la consapevolezza?

Molti/e uomini/donne d’affari affermano che passando in rassegna le domande del kit.brunello prendono consapevolezza dei molteplici aspetti che dovrebbero essere considerati in relazione alla trasmissione d’impresa, avvertendo pertanto l’esigenza di iniziare ad affrontarli per tempo.
Affermano inoltre che grazie alla compilazione del questionario si rendono conto di come alcuni dei loro problemi sono in realtà condivisi da molti colleghi. È per questo motivo che si rivela molto utile iniziare a trattare l’argomento a partire da un seminario comune, che non impegna gli imprenditori a prendere decisioni, ma solamente a comprendere al meglio le dimensioni generali del fenomeno.

Un seminario potrebbe essere organizzato da una “terza parte” disinteressata, per esempio da enti come le Camere di Commercio o da altri che ne ricevono il supporto ufficiale.
In questo modo dovrebbe essere incentivata la diffusione di un’atmosfera di apprendimento, piuttosto che di classico insegnamento “frontale”. Questa è un’effettiva condizione necessaria ad accrescere la consapevolezza.
Molti/e uomini/donne d’affari affermano che rispondendo alle domande del kit.brunello, o anche dopo aver preso parte ad un Dis- seminario rispondendo al Quick Self-Check, decidono spesso di iniziare a parlare di trasmissione d’impresa con i familiari e/o con gli altri attori dell’impresa. Nella maggior parte dei casi questo accade in un luogo esterno all’impresa (per esempio nella solita area della pausa, “senza telefono”, durante il fine settimana, ecc.).

Il primo passo è spesso quello di decidere di iniziare una comunicazione interpersonale a partire da un approccio generale. Quando si parla di trasmissione d’impresa, il silenzio non è d’oro!
Quando questo viene condotto istituzionalmente, inizia da un seminario incentrato sulla comunicazione. Tale seminario può essere condotto da un esperto locale, senza tuttavia affrontare gli specifici problemi legati alla trasmissione. Per lo meno non dall’inizio! Un approccio allarmista è spesso controproducente.

Top

2) Quanto dovrebbe durare la consulenza diretta alle imprese in fase di trasmissione?

Dovrebbe includere due - ma in realtà tre - fasi.
In Italia, la prima fase richiede circa 1 mese. Si somministra il questionario kit.brunello agli attori aziendali, seguito da una formazione di primo livello sulla comunicazione che prevede un impegno di circa 3-4 giornate (può richiedere un investimento tra i 4.000 ed i 9.000 euro, in funzione della complessità dell'azienda stessa).

In Italia, la seconda fase richiede circa 6 mesi. Significa iniziare il progetto di trasmissione, con un impegno di circa 5-8 giornate, focalizzate sul comportamento dei vari Attori (può richiedere un investimento tra i 4.000 ed i 12.000 euro, in funzione della complessità dell'azienda stessa). La terza fase dovrebbe essere diluita nel corso degli anni, comprendendovi alcuni "tempi di riposo ed elaborazione". Non è un processo circolare - come ad esempio nel caso di un processo di certificazione di qualità ISO 9000 che inizia con un'analisi e termina con un documento - ma un processo ondulatorio, caratterizzato da alcuni momenti di azione e da altri di assestamento e riflessione.

*** La prima e fondamentale fase riguarda l'analisi specifica del singolo caso aziendale. In questa fase dovrebbe essere condotta l'intervista basata sul questionario kit.brunello. Ogni intervista completa che si avvale del kit.brunello richiede circa 80 minuti.
Inoltre, possono essere inserite anche alcune interviste integrative condotte da un consulente, ma queste non sono essenziali. Solitamente i consulenti hanno bisogno tempo (per esempio un mese) per 'digerire' ed assimilare il singolo profilo aziendale, ottenuto grazie alle informazioni raccolte ed elaborate con lo strumento kit.brunello.
L'output previsto dovrebbe essere un profilo personalizzato, affiancato da una proposta di Progetto preparatorio di Trasmissione, diluito nel medio termine.
In questo periodo di tempo, infatti, le domande proposte dal kit.brunello "lavorano silenziosamente".
In questa fase i titolari Senior vanno rispettati nel loro ruolo. Gli attori Junior dovranno essere coinvolti solo successivamente e in accordo con il punto di vista dei Senior.

La seconda fase, così come la terza, dipende molto dagli esiti della prima.

Top

3) In sostanza, in quale modo l’approccio adottato dal Kit.Brunello.System può essere d’aiuto, per esempio al fine di trovare finanziamenti o agevolazioni fiscali per lo sviluppo dell’azienda?

Il più importante contributo derivante dal kit.brunello è quello di mostrare chiaramente quali sono le questioni decisive da affrontare in caso di trasmissione d’impresa.
Tali questioni cruciali solitamente non sono quelle legate alle tasse, come spesso si crede, ma quelle legate alla competitività nel mercato (per esempio i prodotti e servizi dell’azienda) e alla/e persona/e designate a prendere le redini dell’azienda.

Per quanto riguarda le questioni fiscali e finanziarie, il kit.brunello non fornisce direttamente soldi né tanto meno riduce le tasse. Tuttavia, le sue domande aiutano a comprendere come affrontare tali questioni per tempo, inserendole all’interno di un quadro armonico e organico. Una parte del system, inoltre, può sensibilizzare le istituzioni a adottare misure finanziarie e fiscali più incoraggianti.
Per di più, proporre alle banche un piano di sviluppo aziendale ragionato può facilitare la concessione di prestiti o di finanziamenti agevolati. Infine, in accordo con la legislazione locale, programmare in anticipo la tassazione può ridurre enormemente l’impatto fiscale aziendale.

Top

4) In che modo il Kit.Brunello.System può aiutare le Camere di Commercio, le Associazioni di Categoria e simili Enti ad indirizzare risorse ed energie al tema della trasmissione d’impresa?

Alcuni strumenti di base (come la Transfbiz Exchange Letter, i Dis-seminari, il manuale ABC Continuità) possono iniziare ad accrescere la consapevolezza tra gli imprenditori potenzialmente coinvolti in processi di trasmissione d’impresa.

Inoltre, un’altra forma di supporto è costituita dalla proposta concreta di Ricerche testate, di Disegni di Legge, Suggerimenti per la Costituzione di Osservatori Territoriali e di Tavoli di Lavoro mirati, tanto locali quanto nazionali.

Top

5) Quanto tempo richiede ad un esperto in consulenza aziendale ottenere il livello di qualifica necessario ad adottare l’approccio del Kit.Brunello.System? Esiste una certificazione ufficiale?

Sarebbe essenziale costituire un primo Nucleo di esperti, al fine di condividere un approccio omogeneo ed una cultura di base in tema di trasmissione d’impresa.

Gli esperti possono avere tre livelli di competenza:

a. Funzionari dediti ad attività di orientamento alla trasmissione d’impresa (ad es. operatori di sportello) con una conoscenza di base che consenta di presentare alle persone interessate gli strumenti del Kit.Brunello.System, e di somministrare il questionario kit.brunello. Un seminario di 1-1,5 giornate, aperto a massimo 30-35 partecipanti, è sufficiente per dare loro la formazione necessaria;

b. Esperti generici, capaci di accompagnare i potenziali imprenditori nella pianificazione della loro trasmissione. Dovrebbero essere in grado di interpretare il quadro generale dell’azienda e di elaborare gli esiti del kit.brunello. Si consiglia comunque di lasciare agli usuali consulenti aziendali e/ o ai commercialisti di fiducia il ruolo di approfondire ulteriormente il caso. Un seminario di 2,5-3 giornate, aperto a massimo 20-25 partecipanti, è necessario per dare loro la formazione necessaria;

c. Specialista di settore, in possesso di una cultura specifica in tema di Trasmissione d’impresa: questo dovrebbe essere un seminario tra “colleghi”, già esperti in aspetti fiscali, legali, di marketing, di gestione risorse umane, ecc. al fine di consentire loro di conseguire una visione d’insieme del loro ruolo, orientata al quadro complessivo della Trasmissione d’impresa nel su complesso. Un seminario di 1,5-2 giornate, aperto a massimo 15-20 esperti, sarebbe utile per aggiornare le loro conoscenze in tema di trasmissione d’impresa e per integrarle con ulteriori punti di vista complementari.

Le possibili azioni di collaborazione dovrebbero essere concordate come diretta conseguenza, o sulla base di una precedente azione coordinata, dell’affitto del Kit.Brunello.System. Lo strumento sarebbe concesso con esclusiva nazionale (con l’autorizzazione di affittarlo ad altri operatori interni al territorio nazionale).

Top